Ma conviene ancora sfogliare la margherita?

 

Le margherite sono fiori comuni, chiunque le conosce, sono forse il primo fiore che viene in mente a tutti i bambini. Riempiono campi verdi punteggiandoli di bianco e giallo, resistono ai bordi delle strade e spuntano anche nelle aiuole di città più spelacchiate. Anche senza essere seminate, magia della natura, si offrono al nostro sguardo e non solo: con le margherite abbiamo fatto fragili ghirlande, fatto mazzetti per la mamma e naturalmente giocato a m’ama non m’ama.

Qualcuno insegna ancora ai bambini a giocare a m’ama non m’ama?

Manine paffute e incerte pinzettano piccoli petali, in attesa del verdetto: m’ama?

Tutta la tenerezza di quell’attesa si è concentrata in una margherita in argento alla quale manca qualche petalo, tinta di bianco dallo smalto che lascia emergere il centro, il cuore asimmetrico di BeA. Eccoli qui, i nuovi M’ama di BeA.

Ma per tornare al quesito iniziale…. conviene sfogliare la margherita o è solo un modo per nascondersi dietro a uno stelo? Ebbene sì, sfogliàte le margherite perché, per una serie di leggi naturali, è molto più probabile che questi delicati fiori abbiano un numero dispari di petali…e la cantilena comincia sempre con m’ama… e una conferma d’amore non tarderà ad arrivare.

Buona margherita a tutti!

FacebookTwitterMore...